1- Ottimizzare il SEO: Heading, Tag Title, Tag H1 e H2
Fondamentale inserire poche informazioni, ma buone: molte aziende inseriscono troppe informazioni nell’intestazione del proprio sito, facendosi prendere dalla voglia di comunicare tutto e subito.
Le intestazioni pulite funzionano meglio.
Tag title, h1 e h2, sono le posizioni dove inserire le keyword più importanti, per permettere ai motori di ricerca di individuare velocemente il tema che vogliamo affrontare, o il prodotto/servizio che vogliamo proporre sul nostro e-commerce.

2- Valorizzare ed evidenziare il pulsante “cerca nel sito”
Nella maggior parte dei siti di e-commerce, circa il 40% degli utenti utilizza il pulsante “cerca nel sito” per trovare immediatamente i prodotti di cui ha bisogno. Gli utenti, soprattutto quelli di ritorno sul sito, si affidano al motore di ricerca interno al sito per trovare i prodotti. È quindi indispensabile rendere ben visibile il box di ricerca sulla HP e su tutte le altre pagine.

3- Test di navigazione e usabilità siti e-commerce
Mai abbandonare al suo destino un sito di e-commerce. Va continuamente controllato e aggiornato, facendo con scadenza mensile i test di usabilità e di navigazione. Non pensate solo a come siete voi, ma immaginatevi 4 diversi tipi di futuri acquirenti: logico, altruista, aggressivo e impulsivo. Fatevi aiutare da collaboratori, amici e parenti che rispondono ai 4 profili e osservate come navigano sul vostro sito e-commerce.
Il design di siti Ecommerce di successo deve essere concreto, diretto e pulito nella grafica. I contenuti devono essere facilmente fruibili dagli utenti e la navigabilità deve essere ottimizzata, così da permettere ai visitatori di muoversi con disinvoltura tra le pagine. E poi il tempo: le pagine principali si devono ricaricare in max 3 secondi.  
Ormai la maggior parte degli acquirenti compra da MOBILE: il sito e-commerce deve essere fatto bene, non solo per il PC, ma anche e soprattutto per lo smartphone.

4- Valorizzare le immagini del negozio online
Non bisogna badare a spese per le immagini, che sono quello che attraggono immediatamente il futuro compratore. Molto spesso gli utenti osservano l’immagine principale che compare sulla pagina di destinazione e questa immagine può essere determinante nella decisione del visitatore se fermarsi sul sito o andarsene.  Non possiamo dimenticare che il cliente non può vedere fisicamente il prodotto, ma si baserà solo sulle fotografie e sulla descrizione.

5- I feedback di chi ha comprato: un cielo pieno di stelle
Le recensioni, le testimonianze e ogni altro aspetto che possa avere una riprova sociale sono il fertilizzante più sano che ci sia. È importante fare di tutto per rassicurare le persone che visitano il sito di E-commerce che si tratta di un sito affidabile. Con delle recensioni autentiche e soprattutto sempre aggiornate (no recensioni di un anno prima!).

6- L’importanza del primo Scroll per un e-commerce
Le informazioni più importanti devono essere presenti già dalla prima schermata.
Le informazioni e gli elementi più importanti devono essere immediatamente visibili nel momento in cui gli utenti atterrano sul sito, senza necessità di fare “scroll” con il mouse. Il tempo è denaro.

7-Il prezzo è la prima cosa
Il prezzo
 ha un forte peso nella decisione finale sull’acquisto del prodotto, sarà quindi una delle prime, se non la prima cosa che l’utente vuole vedere. Evitare dunque di nasconderlo ed evitare di non dichiarare tutti i costi nel carrello della spesa. La cosa peggiore per un utente è trovarsi brutte sorprese al momento del pagamento.

8- Elementi di valore e informazioni essenziali
Le informazioni sul prodotto e sulla consegna devono essere chiare, anzi, cristalline. Chi compra vuole sapere cosa compra e se mancano delle informazioni essenziali o sono vaghe, si teme la fregatura.
Le Informazioni sul prodotto (misure e quantità), reso, rimborso, consegna, deve essere tutte nero su bianco, effetto grassetto.
La consegna deve essere il più veloce possibile (Amazon Prime docet!)
E se c’è una chatbot, meglio ancora: risposte live, siete le benvenute!

9- CTA: i pulsanti devono essere chiari
L’invito all’azione deve essere molto visibile e chiaro sul sito e-commerce. I tasti “Registrati”, “Acquista” o “Inserisci nel carrello”, devono essere facilmente individuabili e permettere un’interazione immediata. Amazon ha introdotto il pulsante d’acquisto arancione, non perché è il colore preferito di Jeff Bezos, ma perché i colori caldi sono i colori migliori per una call-to-action e l’arancione è il migliore tra di essi.

10- Visuale del visitatore
Ordine e rigore nella parte visual del sito e-commerce (no ai riquadri laterali che distraggono o altre immagini che fanno solo confusione).