Il volo dell’e-commerce: in Italia + 18,4% nel 2019

I dati Istat parlano chiaro: confermata la flessione del commercio al dettaglio, tranne che sull’online, in una crescita senza precedenti.

La ripresa di dicembre 2019: Natale e commercio online

Se da una parte i dati sul commercio al dettaglio non sono molto incoraggianti (si passa dal 55% al 48% del totale commercio Italia, con una chiusura del 2019 in rosso per molte di loro), Istat rileva un dato molto interessante riguardo al commercio online. Rispetto al 2018, il 2019 chiude con un +18,4% e nel solo mese di dicembre 2019 con + 38,3% (Natale + residuo del Black Friday).

Un dato ancora più interessante ma parziale è che la percentuale dell’1,9% del commercio online sul totale del commercio al dettaglio non è rappresentativo della crescita dello stesso in Italia. Infatti, questo dato si riferisce alle aziende che utilizzano questa modalità di vendita in misura esclusiva o permanente. Se si osserva invece l’ammontare totale del commercio online (anche di quelle aziende che lo fanno come una marcia in più rispetto alla vendita dal negozio) il tasso di penetrazione è del 7% (dati Politecnico di Milano, Osservatorio eCommerce).

e-Commercio: Italia ed Europa

L’Italia non è tra i primi in Europa: il Regno Unito – il mercato più evoluto – è al 20%; Germania al 15% e Francia al 14%. Si tratta però di un ritardo: l’Italia sta infatti facendo passi da gigante e si prevedono cifre in aumento nei prossimi anni. La ragione sta non solo nella semplicità di acquisto ma nella convenienza (è il prezzo a guidare ormai le scelte dei consumatori, con una crescita del 4,5% dei Discount).

Per i negozi di piccole dimensioni in profonda crisi, la soluzione può venire da una diversificazione tra vendita offline e online, magari quest’ultima rivolta anche a mercati stranieri.

Scopri come fare con le soluzioni di e-commerce di TIM Digital Store: clicca qui.